1979

Clicca per ingrandire

La Mostra d’Arte organizzata con il Circolo Artistico di Bologna con opere esposte allo Chalet, alla Baita ed alla Rioletta. 

 

Domenica, 05. La prima Camminata Alto Appennino, magnificamente organizzata da Gigi Armani, ed entusiasticamente accolta dai partecipanti (576) con partenza dalla piazza antistante la Baita, salutata dalla Banda di Pian del Voglio. Il percorso passa per la Rioletta, Pian dei Torli, Ca’ dei Cucchi, Ca’ Bianchini, e ritorno per la provinciale, fino alla Casa della Forestale, dove si entra nel Percorso Vita per l’ultimo chilometro. Ai vincitori coppe e targhe offerte da molti sponsor e, a tutti il portachiavi ricordo con il Gufo. Il Gruppo Sportivo Monte Bastione ha la sua divisa, maglietta col Gufo, confezionata negli stabilimenti di Prato da Tarocchi.

Clicca per ingrandire

Il programma di Agosto prevede, inoltre, diversi tornei, di Calcio a Montefredente e Castel dell’Alpi, Pallavolo e Ping-Pong nel campo di pattinaggio dello Chalet, area della futura discoteca, Scopa, Tressette e Briscola da Silvano e Tombole per i bambini nei prati. Trattenimenti questi che saranno ripetuti negli anni futuri. 

Sabato, 11. A Valserena, nei locali della Baita del Cacciatore, si è tenutal’Assemblea Generale Straordinaria dei Soci, conclusasi con l’elezione del Consiglio Direttivo per il triennio 1979-1982. Eletti nr. 7 consiglieri: Salvatore Argenziano, Sergio Dall’Omo Sergio Fanti, Gilberto Garzena, Giorgio Brighetti, Gigi Armani e Sergio Santi. Eletto anche, il Collegio dei Probiviri nelle persone di Primiano D’apote, Estenio Mingozzi e Walter Baroni. Il nuovo consiglio conferma in carica il presidente, il vicepresidente e il tesoriere e nomina Garzena segretario.

Clicca per ingrandire
anni 70 il riposo dei guerrieri all'arrivo a Cà di Barba (Montefreddi)

L’attività del Consiglio è rivolta alla concretizzazione delle molteplici iniziative intraprese. Le riunioni del Consiglio, nei mesi seguenti, si susseguono, a Pian di Balestra, a Valserena, a Bologna con la partecipazione di Soci collaboratori, come Nino Bonomo, Cesare Agostini e altri.

Con piacere possiamo constatare l’intensificarsi dei rapporti di amicizia tra i consiglieri, spesso riuniti a Bologna per cene di lavoro e tra i Soci, in occasione di manifestazioni e incontri conviviali. Il primo e più importante dei propositi del sodalizio si sta concretizzando.