1980

Agosto

Domenica, 03Seconda Camminata Alto Appennino. Questa volta Gigi, assecondando le richieste di molti sportivi, evita l’asfalto da Ca’ Bianchini alla Forestale e sceglie uno stupendo itinerario da Ca’ dei Cucchi, alla Bonacca, all’Acquedotto e Aria Fina, in parte sul tracciato della Strada Romana. La posa della segnaletica impegna molti amici, specie nelle ultime ore, per uno stupido scherzo di boicottaggio operato durante la sera precedente da imbecilli in cerca di emozioni. Il rendiconto economico della manifestazione si chiude con un utile di lire 105.000. Le spese per medaglie, manifesti, targhe e varie assommano a lire 1.203.000. mentre le entrate a lire 1.308.000. di cui lire 380.000. derivanti da pubblicità, lire 250.000. dalla sponsorizzazione UAP, e lire 678.000. dalle quote di iscrizione, pari a lire 1.000 a persona. Tutti i concorrenti ricevono il portachiavi ricordo con il Gufo e premi, per un valore di circa lire 5.000. a persona. I premi in parte acquistati e molti omaggi di sponsor vari per un valore totale di circa lire 3.500.000. Numerosi i Gruppi Sportivi partecipanti, come il Gruppo Camping Relax, con 79 iscritti, il Gruppo Fiacca e Debolezza con 41 iscritti e tanti altri. La documentazione agli atti riporta una dettagliata relazione di Gigi Armani, il brillante artefice della manifestazione.

Lunedì, 11. Passeggiata alla Tre Querce. Cesare Agostini, esperto conoscitore dei monti, si dedica con passione a queste Passeggiate, che ci faranno conoscere luoghi e bellezze della nostra zona.

Martedì, 12. Cena sociale alla Baita.

Giovedì, 14. Incontro dei Consiglieri con il Sindaco di San Benedetto, sig. Osvaldo Santi. Gli argomenti trattati saranno riassunti in una lettera consegnata al Sindaco, in data 30 agosto e riguardano: il Tennis nella pineta comunale, il Percorso Vita e la pulizia dei boschi, il Consorzio per le strade di Pian di Balestra e, inoltre, l’illuminazione delle stesse, la lottizzazione di Fontana Bura e la realizzazione di un campo di Calcio al Pratone, la pista di Sci dal Monte Bastione, la Strada Romana, la costituzione di un Consorzio degli Operatori Turistici di San Benedetto, collegato ad analoghi Consorzi della Val di Setta e Val di Savena.

Domenica, 17. “Mezzanotte di fuoco” alla Rioletta. Sceriffi e cow-boys in balli e quadriglie, sotto le stelle.

Lunedì, 18. Merendata al tavolone sul Percorso Vita. Altro tormentone per anni sarà il Percorso Vita, iniziato nella primavera del 1979, aperto all’uso già nell’agosto del 1980. L’opera saltuaria di molti Soci e l’impegno costante di Gino Favallesi e Franco Tarocchi hanno consentito la realizzazione del percorso, chiodo fisso del presidente. Purtroppo l’impianto richiede ripristino ad ogni primavera ma pochi si dichiarano disponibile a tale impegno. La merendata è stata organizzata proprio con il proposito di portare gente sul sentiero del Percorso che, se non frequentato, è ricoperto dalla vegetazione. Per giorni si lavora, portando faticosamente materiale per costruire il tavolone, i ponticelli e pulire il sentiero da felci e rovi.

Martedì, 19. Passeggiata a Monte Beni, con colazione a Ca’ di Barba.

Venerdì, 22. Serata in discoteca al Bosco dei Grilli. Questa volta i giovani partecipano in massa e organizzano una simpatica mascherata. Per molti Soci un po’ avanti negli anni, questa è la prima esperienza fragorosa e psichedelica, ma tutto si svolge in letizia, anche da parte dei giovani che si esibiscono sentendosi osservati dai vecchi parenti.

Sabato, 23. Assemblea dei Soci. Il Consiglio Direttivo informa i Soci in merito a nuove iniziative allo studio, come la costituzione di un Consorzio dei Proprietari di Pian di Balestra, per la manutenzione delle strade; di un servizio di Autobus da Madonna dei Fornelli a Pian del Voglio, dovuto al tenace interessamento di Cesare Agostini. Quanto sopra a seguito di un intensificato rapporto con l’Amministrazione Comunale con l’intento di estendere la partecipazione dell’Associazione per lo sviluppo turistico, culturale ed ecologico del territorio.

 


Ottobre

Sabato, 04. San Petronio. Prima Gita Sociale con meta Colle Val d’Elsa San Gimignano Volterra. L’organizzazione della gita e la redazione di una modesta ed artigianale guida, ospiti di Nino Bonomo e signora Anna, risulta una piacevole occasione di incontro tra i Consiglieri ed i Soci collaboratori. Il pranzo organizzato da Andrea Arienti, a Tavernelle in Val di Pesa, ci riserva un’ampia scelta nella gastronomia toscana; crostini, prosciutto, ribollita, penne alla carrettiera risotto, arrosti vari, coniglio arista fegatelli pollo, contorni frutta vini dolce e caffè. La quota di partecipazione, con l’aggiunta di una bottiglia di Chianti Classico, gallo nero, lire 20.000. (Allegato 04.10.1980).

Domenica, 05. Promossa da Giuseppe Longo, alcuni Consiglieri partecipano ad una intervista radiofonica in diretta a Punto Radio TV con il giornalista Cesare Bianchi. Si parla della nostra Associazione e dei luoghi stupendi che ci ospitano d’estate.

 

Novembre

01. Si tiene l’Assemblea Ordinaria dei Soci che approva all’unanimità il Bilancio presentato ed esposto simpaticamente dal Tesoriere Sergio Fanti. Il Rendiconto Finanziario dell’Esercizio 1979-1980 riporta attività per lire 2.224.000 e passività per lire 845.200. con un saldo cassa di lire 1.378.800.

Per quanto riguarda la Sede, tramonta la possibilità di avere la Casa della Forestale (nell’agosto 1979 ci fu un diverbio tra il Presidente e dei privilegiati utilizzatori della Casa; l’intervento del Sindaco di San Benedetto fece emergere la consuetudine invalsa di concedere ad “amici” l’uso di abitazioni di proprietà della Regione. Dopo di allora la Regione decide di concedere solo ad Istituzioni Pubbliche l’uso delle sue proprietà.).Per la nostra Sede, si discute la proposta di un locale sottostante la Baita, attualmente al grezzo.

Tramontano le speranze di realizzazione del campo Tennis nella proprietà Maccaferri per inaccettabili condizioni poste dalla proprietà, ma si apre un nuovo discorso con l’Amministrazione Comunale per l’area della Pineta a monte della Baita, che verrebbe concessa dall’Amministrazione Comunale in uso gratuito. Abbandonate le trattative con il Gruppo Maccaferri per il campo di Tennis, è approvata la proposta di presentare al Comune il progetto sull’area comunale della pineta.

A seguito delle dimissioni, per motivi familiari, del Consigliere Garzena viene eletto Consigliere Nino Bonomo, già attivo collaboratore del Consiglio che assume l’incarico di Segretario dell’Associazione.