1981

Gennaio

Giovedì, 29. Il Consiglio si riunisce a Bologna, presso lo Studio Armani. Vengono trattati i seguenti argomenti:

 

Tennis. Il progetto è pronto per la presentazione in Comune. Si prevede un costo di circa 30 milioni e si propone la realizzazione di un Circolo Tennis, emanazione dell’Associazione, per la gestione della struttura. Per il finanziamento si pensa alla sottoscrizione di una o più quote - abbonamento da parte dei Soci, del valore di lire 300.000., valide per 9 anni e per otto ore annue. Altri particolari dovranno essere decisi direttamente dai Soci del Circolo Tennis, in autonomia dall’Associazione.

 

Sede. Contatti con Silvano Santi per una proposta di canone, lasciando alla proprietà l’onere finanziario dei lavori di sistemazione.

 

Il Negozio di Franco Bartoli sta per essere chiuso e si pensa ad una soluzione alternativa.

 

Gite e visite sono programmate per la primavera, Urbino e Riola di Vergato, e per l’autunno.

 

Maggio

10. Si va in gita ad Urbino. Pranzo al ristorante San Giovanni organizzato da Nino Bonomo (antipasti, cannelloni, maccheroncini con piselli , arrosti misti, scaloppine, contorni, vino, frutta, dolce e caffè). Quota di partecipazione lire 25.000.

Giovedì, 28. Riunione del Consiglio a Bologna, studio Armani. Si discute del Tennis.

 

Giugno

Giovedì, 11. Riunione del Consiglio a Bologna, casa Brighetti. Ancora Tennis e Strade di Pian di Balestra. E’ decisa la convocazione di una Assemblea Straordinaria con all’ordine del giorno la raccolta di adesioni al Circolo Tennis e informazioni sulla manutenzione in corso delle strade.

Domenica, 28. Presso la Baita si tiene l’Assemblea Generale Straordinaria dei Soci con oggetto la Costituzione del Circolo “TENNIS” e manutenzione delle strade di Pian di Balestra.

Per il Tennis si è concretizzato l’accordo con l’Amministrazione Comunale che concede il terreno in uso gratuito per nove anni, rinnovabili. Il progetto è stato presentato e ora segue l’iter burocratico delle approvazioni da parte della Forestale, della Comunità Montana e del Comune che sta provvedendo alla Variante di destinazione dell’area nel PRG E’ stato elaborato un preventivo che evidenzia un importo di circa trenta milioni di lire. Vengono illustrati i presupposti dello Statuto del Circolo Tennis ed invitati i Soci a dare la propria adesione alla iniziativa.

Gli interventi presso l’A.C. hanno portato alla realizzazione di alcuni lavori di sistemazione delle strade di Pian di Balestra, non conclusi per mancanza di fondi. E’ indetta una sottoscrizione per la raccolta di fondi da versare all’Amm. Com. per il completamento dei lavori. Si ripresenta la necessita’ di costituirsi in Consorzio.

 

Agosto

Domenica, 02. Si svolge la Terza ed ultima Camminata Alto Appennino. Il tramonto di questa bellissima manifestazione è da ricercarsi nella scarsa collaborazione data a Gigi Armani nella fase organizzativa ed esecutiva. Il rendiconto economico della manifestazione si chiude ancora con un utile di lire 34.533. Le spese per medaglie, manifesti, targhe e varie assommano a lire 1.343.467. mentre le entrate a lire 1.378.000. Gli iscritti sono 573 e tutti ricevono il portachiavi ricordo con il Gufo e premi.

Sabato, 08. Si tiene a Valserena una riunione informale coll’Assessore all’Urbanistica di San Benedetto, Romani, e i proprietari dei lotti in Pian di Balestra per stabilire i presupposti per la costituzione, con la partecipazione del Comune di un Consorzio per la manutenzione delle strade. Giorgio Brighetti relaziona su quanto fatto e sul da farsi anche con la collaborazione di Giovanni Salerno ed Italo Muzzarelli su designazione degli intervenuti.

Novembre

Domenica, 08. Assemblea Generale Ordinaria dei Soci. E’ approvato il Bilancio, illustrato, con le lamentele di prammatica, del Tesoriere Fanti, per la mancata sottoscrizione della quota annuale da parte di alcuni Soci. Il Rendiconto Finanziario dell’Esercizio 1980-1981 riporta attività per lire 2.854.019 e passività per lire 920.614. con un saldo cassa di lire 1.933.405.

Domenica, 22. L’Associazione organizza una gita a Mantova che si svolge tra la nebbia ed i tortelli di zucca. La quota di partecipazione è di lire 20.000.